fbpx

Spazzolino elettrico pro/contro

Denti più puliti, senza problemi.

Ci si chiede spesso se valga la pena investire nell’acquisto di uno spazzolino elettrico e se questo possa effettivamente garantire dei risultati più evidenti ed efficaci per la nostra igiene orale rispetto allo spazzolino da denti manuale. Ma quali sono le reali differenze tra questi due dispositivi?

In questa rubrica andiamo ad elencarvi e spiegarvi proprio in cosa si differenziano oggigiorno gli spazzolini elettrici da quelli manuali, per darvi un’idea chiara sui vantaggi e svantaggi di ognuna delle due tipologie, sul tipo di pulizia che essi svolgono e sugli utenti per cui l’uno è più indicato dell’altro.

Lo spazzolino elettrico

Elimina fino a 7 volte più placca di uno spazzolino manuale.

Sensore di pressione incorporato

1 modalità di pulizia

1 funzione BrushSync ™

Elimina fino a 7 volte più placca dentale di uno spazzolino manuale

I fili di alta qualità e densamente impiantati eliminano fino a 7 volte più placca di uno spazzolino manuale, mentre la punta appositamente progettata consente di raggiungere facilmente i denti inferiori.

Uso sicuro e delicato su aree sensibili, apparecchi ortodontici e corone

Puoi contare su un’esperienza di spazzolatura sicura: la nostra tecnologia sonora è adatta per l’uso con apparecchi ortodontici, otturazioni, corone e faccette. Aiuta a prevenire la carie e migliora la salute delle gengive.

Lo spazzolino elettrico è uno strumento per l’igiene orale alimentato a batteria (che solitamente è ricaricabile, ma alcuni modelli funzionano a pile) composto da tre elementi: una base di ricarica (che può essere più o meno piccola), un manico (dove si trovano i pulsanti di funzionamento) e delle testine, che sono rimovibili e intercambiabili. Nella foto seguente possiamo osservare la struttura di uno spazzolino elettrico che si caratterizza per una piccola base di ricarica poco ingombrante e per una testina che può essere rimossa e sostituita.

La testina dello spazzolino elettrico può compiere diversi tipi di movimenti, quali l’oscillazione, la pulsazione oppure la rotazione, che alcuni spazzolini effettuano congiuntamente e altri no, ma che rappresentano in ogni caso l’elemento che differenzia questo prodotto dallo spazzolino ordinario, visto che tali movimenti sono in grado di offrire una pulizia del cavo orale intensa ed accurata.

Nei paragrafi successivi evidenziamo alcuni vantaggi e svantaggi dell’utilizzo regolare di uno spazzolino elettrico.

Pro

  • Semplice da usare: grazie ad alcune funzioni quali, ad esempio, la presenza di un timer che indica all’utente i giusti tempi da dedicare ad ogni parte delle arcate dentali per svolgere uno spazzolamento uniforme in tutta la bocca, usare lo spazzolino elettrico è veramente facile
  • Pulizia efficace: data la maggior potenza e velocità di movimento delle setole, lo spazzolino elettrico svolge un’azione più profonda rispetto allo spazzolino tradizionale
  • Versatile: come potete vedere dall’immagine sottostante, esistono diverse tipologie di testine tra cui scegliere e in commercio la varietà è davvero ampia.Inoltre, la versatilità dello spazzolino elettrico è data anche dalla presenza di diversi programmi dedicati a specifiche tipologie di pulizia, per cui lo spazzolino elettrico è uno strumento in grado di rispondere alle più disparate esigenze di igiene orale
    Programmi di pulizia
  • Ideale per bambini: ma anche per anziani, o più in generale per tutti coloro che possano avere più difficoltà nel maneggiare correttamente lo spazzolino manuale ed effettuare una pulizia che sia effettivamente utile
  • Più precisione: sia lo spazio interdentale che quello tra la gengiva e i denti sono sottoposti all’azione pulente delle setole dello spazzolino elettrico, che riescono più facilmente ad infilarsi negli angoli più angusti e complicati da raggiungere

Contro

  • Prezzo : se paragonato ad uno spazzolino manuale, quello elettrico è infatti molto più costoso, anche se offre il vantaggio di essere uno strumento durevole nel tempo e piu’ efficace.

Lo spazzolino manuale

Non c’è bisogno di una grossa introduzione sullo spazzolino manuale visto che tutti, almeno per un periodo della nostra vita, l’abbiamo utilizzato per prenderci cura della nostra igiene orale. Non bisogna in realtà demonizzare lo spazzolino manuale visto che questo, se utilizzato in maniera corretta dedicando al suo uso un tempo adeguato, può rappresentare uno strumento utile ed efficace per pulire a fondo i denti.
Il problema sorge però proprio nel suo corretto utilizzo, visto che non è sempre semplice muoverlo correttamente su tutte le porzioni delle arcate dentali, non solo per i bambini ma anche per gli adulti che, tra l’altro, spazzolano spesso i denti per un tempo inferiore ai due minuti raccomandati dai dentisti.
Vediamo adesso vantaggi e svantaggi dello spazzolino manuale.

Pro

  • Comodo per viaggiare: dato il suo ingombro minimo, la sua leggerezza e la sua indipendenza dalla presenza di una presa per la corrente, lo spazzolino manuale può essere utilizzato in qualsiasi momento e in qualsiasi paese, lasciandosi trasportare con molta semplicità, com’è possibile evincere da questa foto sottostante, infatti, lo spazzolino elettrico richiede un ingombro maggiore
  • Prezzo basso: questa tipologia di spazzolino è sicuramente la più economica attualmente in commercio
  • Non consuma energia: non necessita infatti né di pile né del collegamento alla presa della corrente

Contro

  • Poco efficace: mentre con lo spazzolino elettrico è possibile rispondere a diverse esigenze di igiene orale con lo stesso strumento (cambiando le testine o il programma di pulizia da utilizzare), se si usa uno spazzolino manuale non si ha tale possibilità
  • Richiede più “impegno”: l’utente dovrà infatti dedicare uno sforzo maggiore alle operazioni di pulizia, guidando correttamente le setole contro la superficie dentale in particolare per raggiungere gli spazi più difficili all’interno della cavità orale. Inoltre, bisognerà tenere il conto del tempo trascorso e ricordarsi di spazzolare per almeno due minuti e oltretutto stare attenti a non commettere errori .

Quale dei due scegliere?

La scelta tra uno spazzolino elettrico ed uno manuale è sicuramente legata ad esigenze personali, sia di igiene orale che di utilizzo e budget. Sicuramente un dispositivo elettrico offre il vantaggio di una pulizia più semplice e pratica, oltre che più accurata, soprattutto per tutti quegli utenti dotati di poca manualità (si pensi soprattutto ai bimbi che devono imparare a spazzolare correttamente), oppure per chi tende ad accumulare placca e tartaro.

Lo spazzolino elettrico, infatti, riesce più efficacemente a “rompere” e poi rimuovere quello strato di placca che si crea inevitabilmente sui denti e che anche lo spazzolino manuale può rimuovere, ma solo se è utilizzato in maniera corretta e per il giusto tempo, richiedendo indubbiamente uno sforzo maggiore se paragonato ad un modello elettrico.

Vi suggeriamo di valutare l’acquisto di uno spazzolino elettrico soprattutto se avete la necessità di sbiancare i denti perché fumatori o bevitori di caffè, se avete le gengive e i denti sensibili, oppure se portate un apparecchio ortodontico.

L’opzione ideale sarebbe a nostro avviso scegliere uno spazzolino elettrico per il lavaggio dei denti quotidiano e domestico, mentre quello manuale è molto indicato come modello da portare con sé in ufficio, in viaggio oppure quando non si dorme a casa.

Prima posizione in classifica, prima posizione tra i prodotti di alta gamma che rappresentano il meglio del meglio, primo ed unico prodotto , mi riferisco a questo eccezionale Philips Sonicare DiamondClean, considerabile la vera Ferrari degli spazzolini da denti in quanto prodotto di lusso che forse pochi si vorranno permettere ma che sicuramente chiunque vorrebbe poter far proprio.

Tanto per cominciare va detto che la tecnologia Sonicare permette allo spazzolino di effettuare fino 62.000 movimenti al minuto, un’enormità se paragonata a quello che può fare la nostra mano con uno spazzolino tradizionale.

Ma non è solo questione di numeri, perché questo Philips Sonicare DiamondClean è provvisto anche di tanta anima, ovvero un motore controllabile con cinque diverse regolazioni che corrispondono ad altrettanti programmi: programma Clean per la pulizia quotidiana, programma White per la rimozione delle macchie superficiali che sporcano il candore dello smalto, il programma Polish per pulire e lucidare i denti, il programma Gum Care per stimolare le gengive massaggiandole ed in ultimo il programma Sensitive, con il quale effettuare una pulizia profonda di denti e gengive.

Tutti questi programmi vengono gestiti attraverso selettori touch screen meravigliosamente inseriti nel design dello strumento, permettendo di accedere velocemente a tutte le funzioni senza però minimamente appesantire l’esperienza di utilizzo del prodotto.

Per parlare un po’ di numeri, Philips Sonicare DiamondClean è stato studiato attraverso un test applicato su 142 persone, alle quali è stato fatto utilizzare per due volte al giorno per due settimane, raggiungendo e testimoniando risultati in termine di efficacia che mai potrebbero venire paragonati a quelli di uno spazzolino normale, sia per quanto riguarda la profondità del livello di pulizia sia per quel che invece concerne la durata dell’effetto, che una volta ripetuto nel tempo innesta un circolo virtuoso che porta presto ad assicurarci la salute ed la bellezza del nostro sorriso.

Per farvi capire in un istante quale sia il livello tecnologico di questo spazzolino basta citare la funzione “Easy Start”, un programma dedicato ai primissimi utilizzi dello strumento che permette di regolare automaticamente un aumento di intensità graduale distribuito su quattordici utilizzi, funzione dedicata a permettevi di abituarvi piano piano a questo spazzolino trovando ogni volta un po’ di agio in più.

Funzionalità che fa il paio con lo SmartTimer QuadPeacer, un’altra feature che permette di utilizzare Philips Sonicare DiamondClean affidandosi ad un timer impostato sui 2′ che cambia movimento ad intervalli regolari di 30″, garantendo di spazzolarsi i denti seguendo sempre il tempo di pulizia suggerito dai medici dentisti e raggiungendo una perfetta uniformità di intervento su ciascun quadrante della bocca.

Una menzione va fatta poi alla batteria ed al sistema di ricarica di questo spazzolino da denti elettrico: parliamo di una batteria ad ioni di litio capace di lavorare per ben 21 giorni con una singola ricarica, garantendo i 62.000 movimenti al minuto anche quando raggiunge livelli di carica minimi.

Per ricaricare questa efficientissima batteria ci sono poi due sistemi che vengono forniti con lo strumento, altri aspetti di lustro che rendono Philips Sonicare DiamondClean il vero top di gamma: lo spazzolino viene fornito corredato del suo bicchiere-caricatore multifunzione attraverso il quale avere sempre una base per riporre lo strumento che provveda anche alla ricarica.

Ma non è tutto, perché se non siete a casa potrete fare affidamento sulla geniale custodia di Philips Sonicare DiamondClean, un case in alluminio dove riporre spazzolino e accessori che potrete connettere grazie ad una porta usb per ricaricarlo facilmente ovunque vi ritroverete, mantenendo sempre il tutto in perfetto stato di ordine e pulizia.

Per concludere poi con il corredo accessori, il vostro Philips Sonicare DiamondClean arriverà fornito di due diverse testine DiamondClean, una standard ed una mini, testine tecnoogicamente concepite per sfruttare la disposizione delle setole a forma di diamante capace di raggiungere ogni angolo della bocca e di offrire una percentuale di pulizia del 100% maggiore rispetto a qualsiasi spazzolino tradizionale.