fbpx

Tipologie di cisti dentale

cisti dentale - COM DentistaMaglie

Cisti dentale, che cos’è? E come si cura?

La cisti dentale è una cavità, come una sorta di “pallina”, che si viene a creare in prossimità dell’apice del dente. Al suo interno vi può essere liquido sieroso, grasso oppure materia gassosa. E’ provvista, come tutte le cisti che si formano anche altrove nel nostro organismo, di un suo epitelio, una sorta di “sacca” che funge da rivestimento. Scopriremo in questo breve articolo cause e sintomi della cisti dentale, tipi di cisti dentale e opportunità di trattamento. Ti ricordiamo che se hai bisogno di un dentista a Lecce (o provincia) per un intervento di endodonzia (o altro tipo di trattamento o consulenza), siamo a tua completa disposizione presso il nostro studio dentistico sito in Maglie, a qualche minuto di superstrada dal capoluogo leccese. Chiamaci!

Quali sono le cause della cisti dentale?

Solitamente (anche se non sempre) la ciste dentale è causata da una necrosi (ovvero morte) pulpare. Questo accade a seguito di carie molto profonde (non curate, evidentemente) e pulpiti che, peggiorando, non solo portano alla necrosi del dente, ma causano anche spiacevoli granulomi, destinati talvolta a trasformarsi in cisti. La necrosi pulpare non è l’unica causa delle cisti dentali. Le cause della cisti dentale possono ad ogni modo essere anche diverse: può anche capitare, solo per fare un esempio, che una cisti si venga a formare a seguito di un intervento di devitalizzazione non andato a buon fine.

Sintomi della cisti dentale

Nelle sue fasi d’esordio la cisti dentale può essere asintomatica. Può capitare che il paziente affetto da una cisti dentale non ne sia del tutto consapevole, ed anzi, che ne venga a conoscenza del tutto casualmente, dopo essersi sottoposto ad una radiografia. Mano a mano che il tempo passa, invece, e qualora le dimensioni della cisti aumentino, il paziente comincerà a sperimentare qualche sintomo fastidioso. Tra i sintomi della cisti dentale, citiamo.

  • gonfiore gengivale
  • alito pesante
  • intorpidimento del labbro
  • mobilità dentale

Di fronte a questi sintomi, naturalmente, è fondamentale rivolgersi al proprio dentista ed intervenire quanto prima.

Tipologie di cisti dentale: cisti radicolare, cisti follicolare, cisti gengivale

Le cisti dentali possono essere di 3 tipologie differenti. Parleremo allora di cisti radicolare, di cisti follicolare e di cisti gengivale. In tutti 3 i casi, per risolvere e curare la cisti sarà necessario sottoporsi ad un intervento di endodonzia. Cerchiamo di fare chiarezza e di spiegare brevemente questa distinzione.

Cisti Radicolare

La cisti radicolare è la più comune ed è, come detto in apertura, la conseguenza di un processo infettivo della polpa dentale (che può anche condurre a necrosi). Se trascurata, questa cisti può mettere a repentaglio la salute del dente stesso e dell’osso. Per curarla è fondamentale sottoporsi ad un intervento di endodonzia.

Cisti Follicolare

La cisti follicolare si genera per un “errore” di tipo genetico che avviene durante la formazione del dente. Si cura asportandola chirurgicamente.

Cisti Gengivale o Parodontale

E’ una cisti legata a doppio filo alla presenza di una malattia parodontale. Si forma a livello di parodonto e coivolge sia il legamento parodontale che l’osso. Si risolve naturalmente curando anche la malattia parodontale.

In cosa consiste l’intervento di endodonzia per curare la cisti dentale?

Ora che abbiamo visto le tre tipologie di cisti dentale, conviene spendere due parole in merito all’intervento di endodonzia al quale è necessario sottoporsi per curarle. Si tratta, in breve, di una rimozione chirurgica alla quale ci si sottopone in anestesia locale. Dopo la somministrazione dell’anestetico, il dentista incide la gengiva, rimuove l’osso che copre la cisti e poi la rimuove. La rimozione della cisti dentale include ovviamente la rimozione del suo epitelio, ovvero la “sacca” che lo contiene. Qualora l’epitelio non venisse rimosso, la cisti infatti potrebbe riformarsi. Nei casi particolarmente gravi, potrebbe rendersi necessario rimuovere il dente o ricostruire l’osso compromesso dalla cisti stessa.

E dopo l’intervento di rimozione della cisti?

Dopo l’intervento sarà necessario sottoporsi ad una serie di controlli per verificare che non si inneschino spiacevoli recidive. Infine, sarà fondamentale avere grande cura della propria igiene orale, sia tramite l’igiene orale domiciliare, sia attraverso apposite sedute di igiene orale professionale, con l’obiettivo di stare alla larga non solo dalle cisti dentali, ma anche da molte altre patologie tipiche del cavo orale, quali per esempio carie e parodontite.

Vuoi saperne di più?

Prenota oggi stesso il tuo appuntamento! Il tuo dentista in provincia di Lecce si trova a Maglie, in Via Leonardo da Vinci, 8. Il nostro centralino è aperto dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 19.00 allo 0836 311937. Oppure compila il form qui sotto.
Il tuo dentista a Lecce (Maglie) ti aspetta.

Share:

Lascia un commento